per favore leggete e commentate l'infelice uscita di Davide Delvecchio

Andare in basso

Re: per favore leggete e commentate l'infelice uscita di Davide Delvecchio

Messaggio  Giovanni Carboni il Gio 30 Apr 2009, 21:27

ci sono delle novità? ha detto altre baggianate sto tipo?
invece riguardo ai finanziamenti del governo cosa si sa?
avatar
Giovanni Carboni

Numero di messaggi : 217
Data d'iscrizione : 06.03.09
Località : FANO

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: per favore leggete e commentate l'infelice uscita di Davide Delvecchio

Messaggio  marcops il Lun 20 Apr 2009, 17:26

Giampypampy ha scritto:Ciao, non sono della provincia di Pesaro, sono di Jesi, trent'anni, da tempo sto seguendo le vostre vicende e quelle della FVM. Vi volgio dire di continuare a lottare anche contro chi, come politico, rema al contrario solo per screditare i propri avversari... (da ciò che leggo... ) non riesco nemmeno a commentare un'articolo del genere...
Dite a tutti che io voglio venire un giorno a Urbino con il treno!! voglio pure che con "Gigin" si possa ritornare a Fabriano da Fano via Fermignano!! e che cacchio! geek (utopia??).
Basta arrabbiarsi! Torniamo a noi: qualcuno sa dirmi dove si trovava il viadotto detto "della Martinetta" tra Pergola e Fermignano? (era subito prima Fermignano da Fabriano?) E ancora, avete notizie da pubblicare sulle condizioni delle gallerie che da Urbino andavano verso Auditore? (su google earth (12 agosto 2003) si vedono dei lavori che interessano lo sbocco della secnda galleria a Schieti) e il parcheggio che si trova sopra i binari alla fine della stazione di Urbino, con che tipo di permesso è stato realizzato? è autorizzato da RFI??? Su wikipedia si trovavano tempo fa informazioni più dettagliate della tratta Ubino Sant'arcangelo e Pergola Fermignano... ora sono state ridimenzionate, (dati tecnici, date di dismissione definitiva della tratta pergola fermignano fino al 1971...) erano vere? erano tratte da libri pubblicati e ledevano diritti??? Come si trovano i libri qui nella provincia di Ancona che tutti mi prendono per pazzo??????
poi non riesco più a trovare su you tube alcuni vostri video dei lavori sulla tratta... cosa sbaglio?
Semplici curiosità di un nostalgico dei primi anni del novecento... Ah! il treno a vapore... Ah! le vecchie tramvie...
Ciaoooo!!!
Giampy

Ciao e benvenuto anche da parte mia.
Per la stazione di Urbino i binari sono sotto la ghiaia come ti ha detto Giovanni, personalmente ho pure assistito alla distruzione delle marmotte degli scambi con un escavatore (roba raccapricciante) e se non era per noi i due paracolpi dei tronchini andavano a farsi benedire!
Il binario che andava verso Trasanni (tronchino finale) era datato 1885 o giù di là, ho anche un bellissimo video della stazione di Urbino in una delle nostre ricognizioni l'anno prima della disfatta, se riesco a travarsarlo in digitale lo metto on-line.

Per i video basta che clicchi qua https://www.youtube.com/FerroviaFVM?gl=IT&hl=it

I lavori che dici tu dovrebbero riguardare (non ne sono certo) la linea dell'acquedotto che fece il comune di Urbino in loc. schieti, praticamente passa sotto la galleria fino circa a metà, poi risale in verticale in un pozzo costruito ad hoc.
Questo perchè a detta degli operatori, la galleria è crollata.

Ho un amico che invece qualche anno fa l'ha percorsa per buona parte e sempre a detta sua è in perfetto stato di conservazione, di più non so.

Libri che io sappia non ce n'è tranne quello del prof. Orazi edito dalla comunità montana, ma che parla della Pergola-S. Arcangelo di Romagna.

Ciao, continua a seguirci e sostenerci. Wink
avatar
marcops

Numero di messaggi : 230
Data d'iscrizione : 03.03.09
Età : 40

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Il PALADINO DELL'AMBIENTE

Messaggio  mimaz il Lun 20 Apr 2009, 10:09

Se Del Vecchio ci spiegasse in che modo intende salvaguardare l'ambiente come riportano le sue gigantografie elettorali sparse per tutta Fano gli saremo grati, inoltre mi piacerebbe conoscere se le sue attività professionali riguardano il mondo dei trasporti.

[url][/url]


Ultima modifica di mimaz il Mer 22 Apr 2009, 07:40, modificato 1 volta

mimaz

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 14.03.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: per favore leggete e commentate l'infelice uscita di Davide Delvecchio

Messaggio  Giovanni Carboni il Dom 19 Apr 2009, 21:53

Giampypampy ha scritto:Ciao, non sono della provincia di Pesaro, sono di Jesi, trent'anni, da tempo sto seguendo le vostre vicende e quelle della FVM. Vi volgio dire di continuare a lottare anche contro chi, come politico, rema al contrario solo per screditare i propri avversari... (da ciò che leggo... ) non riesco nemmeno a commentare un'articolo del genere...
Dite a tutti che io voglio venire un giorno a Urbino con il treno!! voglio pure che con "Gigin" si possa ritornare a Fabriano da Fano via Fermignano!! e che cacchio! geek (utopia??).
Basta arrabbiarsi! Torniamo a noi: qualcuno sa dirmi dove si trovava il viadotto detto "della Martinetta" tra Pergola e Fermignano? (era subito prima Fermignano da Fabriano?) E ancora, avete notizie da pubblicare sulle condizioni delle gallerie che da Urbino andavano verso Auditore? (su google earth (12 agosto 2003) si vedono dei lavori che interessano lo sbocco della secnda galleria a Schieti) e il parcheggio che si trova sopra i binari alla fine della stazione di Urbino, con che tipo di permesso è stato realizzato? è autorizzato da RFI??? Su wikipedia si trovavano tempo fa informazioni più dettagliate della tratta Ubino Sant'arcangelo e Pergola Fermignano... ora sono state ridimenzionate, (dati tecnici, date di dismissione definitiva della tratta pergola fermignano fino al 1971...) erano vere? erano tratte da libri pubblicati e ledevano diritti??? Come si trovano i libri qui nella provincia di Ancona che tutti mi prendono per pazzo??????
poi non riesco più a trovare su you tube alcuni vostri video dei lavori sulla tratta... cosa sbaglio?
Semplici curiosità di un nostalgico dei primi anni del novecento... Ah! il treno a vapore... Ah! le vecchie tramvie...
Ciaoooo!!!
Giampy
ciao e benvenuto. Sono felice che ci segui da tanto tempo. Riguardo il viadotto che mi hai chiesto e alle gallerie per ora non ho notizie ma a breve dovrei sapere qualcosa. mi informo. Appena so ti dico.
il parcheggio è autorizzato da RFi ma sotto di lui i binari csi sono coperti da un piccolissimo involucro di tavole di legno. insomma, volendo il piano del ferro si ritira fuori. La Galleria di schieti non so bene cosa siano i lavori ma visto che il viadotto adiacente è crollato a più riprese negli ultimi anni, forse i lavori sono per il consolidamento di ciò che è rimasto del viadotto...sto facendo ipotesi.
avatar
Giovanni Carboni

Numero di messaggi : 217
Data d'iscrizione : 06.03.09
Località : FANO

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Dal Resto del Carlino di oggi

Messaggio  tenius il Ven 17 Apr 2009, 16:00

Delvecchio non arretra di un centimentro: riaprire la ferrovia è una follia

DAVIDE Delvecchio dopo le critiche espresse sulla riapertura della linea ferroviaria Fano-Urbino, torna sull’argomento: «Come sempre si mistifica la realtà e le dichiarazioni, insultando l’avversario politico. Noi vogliamo solo ribadire, con forza, la contrarietà al progetto di riattivazione della Fano-Urbino. A riprova di ciò, ci sono l’emendamento dell’Udc (nel Piano regolatore generale) sulla trasformazione dell’area in pista ciclo pedonale (non approvato perché la Regione ha inserito la tratta tra la viabilità regionale) e le dichiarazioni a mezzo stampa dell’Udc di Fano. Prendiamo atto del fatto che la sinistra estrema è contro gli oltre 50 mila abitanti che negli ultimi vent’anni hanno costruito insediamenti abitativi lungo il tracciato, nonché della sua contrarietà ai Comuni e ai sindaci che hanno, di fatto, chiuso la ferrovia con transenne, asfaltature sui binari, modifiche viarie, etc, perché ritengono ormai assurdo il ripristino della vecchia linea. A differenza della sinistra — ha aggiunto il segretario comunale del partito di Casini — l’Udc è un partito propositivo. Infatti, verificata la reale e non demagogica esigenza di ripristino della ferrovia al fine di migliorare la viabilità, ci sembra opportuno spostare il tratto a fianco della superstrada perché il tracciato mare-monti è già esistente. Rimane però un dubbio: come mai la Sinistra estrema, che scende in piazza per le piste ciclabili, poi sceglie di chiudere la maggiore pista ciclabile della provincia? Forse non si rende conto di quanti ciclisti frequentino la Flaminia tutti i giorni? Vogliamo ribadire — conclude Davide Delvecchio — che vigileremo sulla questione della riattivazione della Fano-Urbino, visto che i cittadini sono contrari a questa pazzia, affinché si possa, con meno denaro pubblico, realizzare un’opportunità di mobilità sostenibile».

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________


Sulla tratta Fano-Urbino ecco Erasmo il... ferroviere
Il segretario dell’Udc fanese va sotto critica

L’UDC di Fano ha detto di essere contraria al ripristino del treno Fano-Urbino. Ritiene che non ci salirebbe nessuno e impedirebbe lo sviluppo dei paesi lungo la valle del Metauro. Oggi gli risponde il dottor Carlo Bellagamba, attivissimo presidente dell’associazione Ferrovia Valle Metauro: «Trovo realmente sorprendente il parto letterario del segretario Udc di Fano Del Vecchio in merito all’approvazione unanime, in Consiglio Provinciale, della delibera che reinserisce la ferrovia Fano-Urbino tra le opere “prioritarie” da realizzare nell’ambito della Regione. Sono sorpreso perché, di recente, il capogruppo dell’Udc in Provincia Ruggeri mi aveva contattato ribadendo la volontà del suo schieramento a proporre il ripristino della linea “sospesa temporaneamente al servizio” da più di 22 anni. Sono oltretutto sorpreso, se non addirittura perplesso, sul significato oggettivo delle parole, delle frasi e delle proposte contenute nel proclama antiferroviario di Del Vecchio. Per cercare di non confondere ulteriormente i lettori, già messi alla prova dall’articolo pubblicato, non resta che dar mano ad un breve ”Elogio alla Follia”. Elogio la follia che, alla stregua di un intervento divino, è scesa nelle menti dei consiglieri provinciali di ogni tendenza. Elogio la follia di ricostruire, a prezzi ridotti con l’intervento del Genio Ferrovieri, una ferrovia sull’identico, originario tracciato, un tracciato connaturato ai centri urbani e di conseguenza molto utilizzabile dalla popolazione e dai “cinquantamila” difesi da Del Vecchio. In effetti il bacino di utenza si suppone variare tra i 100mila ed i 130mila cittadini. Elogio la follia di non ricostruire in sede diversa, magari presso la Superstrada scimmiottando l’Alta velocità in Emilia, per non incorrere in spese stratosferiche per i costi di esproprio e di adattamento delle strutture esistenti. Elogio la follia di un ripristino che alleggerirebbe il traffico viario, che abbatterebbe l’inquinamento stradale, che aumenterebbe la sicurezza dei trasporti. Elogio la follia insita in un mezzo che consentirebbe ai portatori di handicap, agli anziani, a soggetti più deboli e svantaggiati del paladino Del Vecchio di veder realizzata la loro legittima aspirazione ad una mobilità sicura e facilmente accessibile.
Elogio la follia di veder impiegati la Protezione Civile, il Genio Ferrovieri, i Vigili del Fuoco su una struttura capace, in caso di eventi straordinari, di recare aiuto e le loro capacità nelle emergenze idriche, negli incendi boschivi, nelle calamità naturali. Elogio la follia che offrirebbe un servizio sicuro, certo e puntuale ai tanti studenti che evitano le nostre Università, ai tanti turisti che non si recano nelle nostre belle cittadine vallive per le difficoltà viarie e le carenze di parcheggi. Elogio la follia dei Sindaci di Urbino, Fermignano e Fano per aver espresso da anni la loro volontà di riapertura della linea. Al segretario Del Vecchio consiglio solo di supportare le sue estrose teorie con studi e progetti redatti da seri e qualificati professionisti del settore e di fare una gita sulla modernissima e frequentatissima Ferrovia della Val Venosta, magari assieme ai Sindaci che hanno asfaltato e transennato abusivamente tratti del binario».
avatar
tenius

Numero di messaggi : 91
Data d'iscrizione : 07.03.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

re: per favore leggete e commentate l'infelice uscita di Davide Delvecchio

Messaggio  Giampypampy il Ven 17 Apr 2009, 15:48

Ciao, non sono della provincia di Pesaro, sono di Jesi, trent'anni, da tempo sto seguendo le vostre vicende e quelle della FVM. Vi volgio dire di continuare a lottare anche contro chi, come politico, rema al contrario solo per screditare i propri avversari... (da ciò che leggo... ) non riesco nemmeno a commentare un'articolo del genere...
Dite a tutti che io voglio venire un giorno a Urbino con il treno!! voglio pure che con "Gigin" si possa ritornare a Fabriano da Fano via Fermignano!! e che cacchio! geek (utopia??).
Basta arrabbiarsi! Torniamo a noi: qualcuno sa dirmi dove si trovava il viadotto detto "della Martinella" tra Pergola e Fermignano? (era subito prima Fermignano da Fabriano?) E ancora, avete notizie da pubblicare sulle condizioni delle gallerie che da Urbino andavano verso Auditore? (su google earth (12 agosto 2003) si vedono dei lavori che interessano lo sbocco della secnda galleria a Schieti) e il parcheggio che si trova sopra i binari alla fine della stazione di Urbino, con che tipo di permesso è stato realizzato? è autorizzato da RFI??? Su wikipedia si trovavano tempo fa informazioni più dettagliate della tratta Ubino Sant'arcangelo e Pergola Fermignano... ora sono state ridimenzionate, (dati tecnici, date di dismissione definitiva della tratta pergola fermignano fino al 1971...) erano vere? erano tratte da libri pubblicati e ledevano diritti??? Come si trovano i libri qui nella provincia di Ancona che tutti mi prendono per pazzo??????
poi non riesco più a trovare su you tube alcuni vostri video dei lavori sulla tratta... cosa sbaglio?
Semplici curiosità di un nostalgico dei primi anni del novecento... Ah! il treno a vapore... Ah! le vecchie tramvie...
Ciaoooo!!!
Giampy


Ultima modifica di Giampypampy il Lun 11 Mag 2009, 23:32, modificato 1 volta
avatar
Giampypampy

Numero di messaggi : 32
Data d'iscrizione : 17.04.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: per favore leggete e commentate l'infelice uscita di Davide Delvecchio

Messaggio  marcops il Ven 17 Apr 2009, 15:03

E' uscito l'articolo sul Carlino di oggi (17 aprile 2009).
Devo dire che il nostro Presidente ha risposto veramente a "tono" per quel che si merita!

Al di là della "retorica" e sono stati espressi anche delle interessanti considerazioni sul vero uso della ferrovia all'interno della valle.

Se si incominciasse a pensare un po' di più al bene della gente, piuttosto che alla poltrona o alla bandiera, in Italia le cose andrebbero diversamente Rolling Eyes
avatar
marcops

Numero di messaggi : 230
Data d'iscrizione : 03.03.09
Età : 40

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: per favore leggete e commentate l'infelice uscita di Davide Delvecchio

Messaggio  Giovanni Carboni il Ven 17 Apr 2009, 13:36

su internet nel sito del carlino non lo trovo...
avatar
Giovanni Carboni

Numero di messaggi : 217
Data d'iscrizione : 06.03.09
Località : FANO

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Finalmente una pagina sul Resto del Carlino

Messaggio  mimaz il Ven 17 Apr 2009, 11:08

Non poteva fare di meglio l' assessore Del Vecchio replicando così prontamente a Mattioli, infatti, ha fatto da perfetta introduzione all' articolo del presidente dell' Associazione FVM dott. Bellagamba.
Cito solo il titolo: "Sulla tratta Fano-Urbino ecco Erasmo il....ferroviere"; leggete l'articolo sul Resto del Carlino di oggi 17.04.09, comunque sarà postato sul sito FVM : è uno spàsso.
Così anche il filosofo olandese è diventato a quasi mezzo millennio dalla sua morte un sostenitore della Fano-Urbino.

mimaz

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 14.03.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

da sottocchio.it del 16/04/2009

Messaggio  tenius il Ven 17 Apr 2009, 00:23

Ed ecco la replica del genio affraid
per fortuna solo quei quattro gatti del suo partito la pensano così!

Ferrovia Fano-Urbino, Delvecchio replica a Mattioli

Dopo la risposta di Michele Mattioli di Sinistra Unita all'assessore Davide Delvecchio sull'approvazione da parte del Consiglio provinciale dell'ordine del giorno sul ripristino della linea ferroviaria Fano-Urbino, è giunta la nuova replica del segretario comunale dell'Unione di Centro.

«Come sempre - ha spiegato Delvecchio - la Sinistra estrema mistifica la realtà e le dichiarazioni, insultando l'avversario politico. Noi vogliamo solo ribadire, con forza, la contrarietà al progetto di riattivazione della Fano-Urbino. A riprova di ciò, ci sono l'emendamento dell'Udc (nel Piano regolatore generale) sulla trasformazione dell'area in pista ciclo pedonale (non approvato perché la Regione Marche ha inserito la tratta tra la viabilità regionale) e le dichiarazioni a mezzo stampa dell'Udc di Fano».

«Prendiamo atto del fatto che la Sinistra estrema è contro gli oltre 50 mila abitanti che negli ultimi vent'anni hanno costruito insediamenti abitativi lungo il tracciato, nonché della sua contrarietà ai Comuni e ai sindaci che hanno, di fatto, chiuso la ferrovia con transenne, asfaltature sui binari, modifiche viarie, etc, perché ritengono ormai assurdo il ripristino della vecchia linea».

«A differenza della Sinistra estrema – ha aggiunto il segretario comunale del partito di Casini - l'Udc è un partito propositivo. Infatti, verificata la reale e non demagogica esigenza di ripristino della ferrovia al fine di migliorare la viabilità, ci sembra opportuno spostare il tratto a fianco della superstrada perché il tracciato mare-monti è già esistente».

«Rimane però un dubbio: come mai la Sinistra estrema, che scende in piazza per le piste ciclabili, poi sceglie di chiudere la maggiore pista ciclabile della provincia? Forse non si rende conto di quanti ciclisti frequentino la Flaminia tutti i giorni?»

«Vogliamo ribadire – ha concluso Davide Delvecchio - che vigileremo sulla questione della riattivazione della Fano-Urbino, visto che i cittadini sono contrari a questa pazzia della Sinistra estrema, affinché si possa, con meno denaro pubblico, realizzare un'opportunità di mobilità sostenibile».

Davide DelVecchio
(Segretario Comitato Comunale UDC)
avatar
tenius

Numero di messaggi : 91
Data d'iscrizione : 07.03.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: per favore leggete e commentate l'infelice uscita di Davide Delvecchio

Messaggio  mimaz il Gio 16 Apr 2009, 23:43

E' una stupenda allucinazione, oggi su Sottocchio ben tre articoli sulla ferrovia Fano Urbino; ma i quotidiani locali quando si decidono, o gli viene concesso, di scrivere le notizie sulla ferrovia???
In ordine: Massimo Lanci della lista civica Bene che chiede a Del Vecchio "un segno di elementare coerenza e perciò di dimettersi".
Del buon Giancarlo D'Anna che ribadisce il suo "si" alla Fano Urbino ed evidenzia: "..la politica che molti apprezzano....è quella che non si fa condizionare da qualche preferenza in più".
Infine non poteva mancare la replica di Del Vecchio a Mattioli che conferma le sue posizioni.
Avevo precedentemente detto che non valeva la pena di commentare, ma vista l'assurda caparbietà del "forlanino" voglio dire la mia.
Non mi meraviglia la sua estrema difesa, anche il generale Cadorna sosteneva che le sue strategie erano esatte, poichè a morire non era lui ma i suoi soldati: oltre 10mila e non contiamo i feriti e dispersi.
I 50mila residenti della vallata del Metauro sono le sue vittime designate mentre lui vuol far credere di proteggerle; i feriti e dispersi sono tutti i cittadini che gioirebbero visitando quella stupenda vallata in modo diverso, anche con la bicicletta che potrebbero caricare comodamente sopra il treno.
Non ha nulla a sostegno delle sue tesi; tutte le forze politiche, ed è una cosa straordinaria, si sono espresse a favore del ripristino; anch' io personalmente ho raccolto le firme depositate al ministero delle infrastrutture, per evitare la dismissione, nei paesi della vallata che ardentemente desiderano quel servizio e non mi sembravano preoccupati delle conseguenze di una linea ferroviaria.
Vorrei ricordare a Del Vecchio che la Valle del Metauro non finisce a Cuccurano ma arriva fino a Borgo Pace, agli estremi confini marchigiani; ed è triste pensare che una persona che ha deciso di dedicare la sua vita o parte della sua vita alla politica, quindi al servizio dei cittadini, si interessi solo di non perdere o di acquisire i voti di chi, male informato, si preoccupa di un treno che passa vicino alla propria casa.


Ultima modifica di mimaz il Mer 22 Apr 2009, 07:33, modificato 1 volta

mimaz

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 14.03.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: per favore leggete e commentate l'infelice uscita di Davide Delvecchio

Messaggio  Giovanni Carboni il Gio 16 Apr 2009, 11:57

mitico! un risposta corretta ed efficace. mamma mia che goduria...
avatar
Giovanni Carboni

Numero di messaggi : 217
Data d'iscrizione : 06.03.09
Località : FANO

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

MATTIOLI REPLICA DEL VECCHIO

Messaggio  mimaz il Mer 15 Apr 2009, 13:55

Pubblico sul nostro forum la risposta di Mattioli alle affermazioni di Del Vecchio visibile sul sito SOTTOCCHIO di Fano (l'unico portale libero, questa è la mia impressione), in attesa, che qualche giornale locale lo pubblichi, ma, come già successo per altri comunicati stampa, nutro seri dubbi.


Replica all’assessore Del Vecchio

Raramente si sono lette così tante sciocchezze come nel comunicato stampa emesso qualche giorno fa dal segretario comunale dell’UdC nonché Assessore ai Servizi Sociali Davide Del Vecchio.

Nel tentativo di ribaltare un’evidente vittoria degli esponenti della Sinistra locale, l’approvazione in Consiglio Provinciale dell’O.d.G. Mari sulla riattivazione della linea ferroviaria Fano-Urbino, l’esponente del centrodestra, recentemente catapultato sulla poltrona del Servizi Sociali fanesi grazie al gioco di squadra operato dal suo collega Uguccioni, ha emesso una serie di sentenze del tutto prive di fondamento.

- Il Consiglio Provinciale che ha votato la proposta dell’ Associazione Ferrovia Valle del Metauro sostenuta dalle forze di Sinistra lo ha fatto all’unanimità, comprendendo quindi anche i Consiglieri di centrodestra; una delle rare occasioni in cui non si sono avute divisioni politiche sottolinea la validità della proposta del ripristino dell’unica linea ferroviaria provinciale.
- Fano assieme ad Urbino e Fermignano ha votato nel 2006 una delibera per la riapertura della linea ferroviaria, ci auguriamo per un sussulto di coerenza che l’esponenete dell’UdC avesse votato contro la sua maggioranza, o che almeno palesi la sua contrarietà in Giunta ora che anche Aguzzi, oltre agli altri candidati a sindaco, sostiene pubblicamente la scelta pro-riapertura.
- La ferrovia Fano-Urbino esiste dal 1915 ed è stata pensata, progettata e costruita per gli abitanti della Valle del Metauro che lungo il suo tracciato hanno sviluppato i loro nuovi centri abitati, non è stata riproposta contro i loro interessi; stiano tranquilli “gli oltre 50.000 cittadini residenti nei pressi del tracciato” la loro vita verrà modificata in meglio dal ripristino della linea ferroviaria: alcuni passaggi a livello verranno chiusi, in altri molto trafficati verranno previsti dei sottopassi, nei rimanenti grazie alla tecnica non si attenderà più di un minuto il passaggio del treno.
- La forza della ecosostenibilità di un valido progetto ferroviario è di gran lunga maggiore rispetto alla creazione di una pista ciclabile: l’equivalente di decine di pullmann e centinaia di auto verrebbe spostato sul mezzo ferroviario riducendo inquinamento, consumi energetici ed incidenti stradali.
- Se il ripristino della linea ferroviaria è ipotizzabile, e quindi da verificare economicamente e tecnicamente, altrettanto non lo è la proposta di creare ex-novo un percorso ferroviario parallelo alla superstrada i cui costi non sarebbero sostenibili da nessun credibile finanziamento.

In definitiva, non sappiamo se l’assessore Del Vecchio volesse lanciare in questo modo una sua candidatura provinciale, di sicuro le sue affermazioni che avrebbero dovuto terrorizzare gli abitanti della Valle del Metauro sugli inconvenienti portati dalla riapertura della linea, hanno per lo più terrorizzato gli stessi abitanti sull’eventualità che qualche politico possa essere rieletto.

Mattioli Michele
Segreteria Sinistra Unita

mimaz

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 14.03.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: per favore leggete e commentate l'infelice uscita di Davide Delvecchio

Messaggio  marcops il Sab 11 Apr 2009, 13:57

Non ho parole. È una cosa inaudita. È uscito pure sul carlino di oggi. Ancora con sta storia dei pl a mano. Basta! Cerchiamo di dare sul ns sito delle notizie reali al posto delle fanfaluche di qualche politicante. Si può trovare una scheda di qualche produttore di pl automatici e o chiedere all'ansaldo?
avatar
marcops

Numero di messaggi : 230
Data d'iscrizione : 03.03.09
Età : 40

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: per favore leggete e commentate l'infelice uscita di Davide Delvecchio

Messaggio  mimaz il Sab 11 Apr 2009, 11:22

Non vale neanche la pena di commentare: ha solo qualche rigurgito forlaniano e dovrà proteggere gli interessi di qualcuno a scapito degli oltre 50 mila abitanti della Vallata del Metauro, io ci aggiungerei anche dei fanesi e pesaresi per cui direi a scapito dei 200mila abitanti della provincia di Pesaro ai quali toglierebbe una risorsa e un’opportunità in più.
Infatti non spiega come vuole concretizzare la mobilità sostenibile di cui è favorevole, e propone addirittura di realizzare una ferrovia per il trasporto locale a fianco alla superstrada, fuori dai paesi, che è assurdo.
Non è informato neanche sui passaggi a livello che non sono più comandati dal casellante con l’arganello ma con moderni sistemi tecnologici che permettono tempi di attesa inferiori ai due minuti.
Che soddisfazione essere folli e scellerati se le sue, sono idee intelligenti.

mimaz

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 14.03.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

per favore leggete e commentate l'infelice uscita di Davide Delvecchio

Messaggio  giovanni baldelli il Sab 11 Apr 2009, 09:11

nel numero di Fano informa e Sott'occhio c'e' un bel comunicato stampa di Davide Delvecchio di Fano che e'
assolutamente contrario alla delibera del 31 - 03 - 2009 della provincia di Pesaro e Urbino e ancor peggio alla
riapertura della linea ferroviaria
commentate gente commentate

giovanni baldelli

Numero di messaggi : 106
Data d'iscrizione : 26.03.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: per favore leggete e commentate l'infelice uscita di Davide Delvecchio

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum