ULTIMO VIAGGIO PER IL TRENO CASTELLAMMARE – TORRE ANNUNZIATA

Andare in basso

Re: ULTIMO VIAGGIO PER IL TRENO CASTELLAMMARE – TORRE ANNUNZIATA

Messaggio  Giovanni Carboni il Ven 26 Ott 2012, 23:16

Qualcosa se non di buono per lo meno di non cattivo.
http://www.ferrovie.it/ferrovie.vis/timdettvp.php?id=2947
tra mille tormenti... ma almeno entrambe le linee son ancora aperte. E l'esperienza della linea per Urbino insegna che è questo che lascia le speranze più grandi. A rimettere i treni, fondi permettendo, si fa dall'oggi al domani. Ma se togli le linee è la fine. Ecco perchè considero queste notizie per lo meno incoraggianti.
avatar
Giovanni Carboni

Numero di messaggi : 217
Data d'iscrizione : 06.03.09
Località : FANO

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ULTIMO VIAGGIO PER IL TRENO CASTELLAMMARE – TORRE ANNUNZIATA

Messaggio  mimaz il Mer 19 Set 2012, 19:44

Giovanni il tuo post è degno di un elogio.

mimaz

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 14.03.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ULTIMO VIAGGIO PER IL TRENO CASTELLAMMARE – TORRE ANNUNZIATA

Messaggio  Giovanni Carboni il Lun 17 Set 2012, 22:02

So cosa è successo e mi ha fatto davvero incavolare. Quando me l'hanno detto non ci riuscivo a credere per diversi motivi:
1) la linea era in condizioni ottimali visto che elettrificata ed addirittura a doppio binario!!
2) la sua modestissima estensione rendeva ridicolo qualsiasi discorso riguardante il risparmio.
3) la sua storia già di per se avrebbero giustificato la sua sopravvivenza, anche senza contare che la città che collegava non è affatto secondaria.
Per finire i discorsi del sindaco su una eventuale ciclabile sul tracciato (oltre alle solite stupidaggini sui PL) mi hanno veramente rovinato la giornata.

Sappi caro tenius che condivido a pieno con te e con il tuo amico ferroviere tutto quanto scritto.
Una sola differenza: non incolpo la AV per questo. A togliere i soldi è stata la regione, a fare le regole è stata l'UE, a premere per la chiusura è stato il sindaco di Castellammare ed a lasciare fare siamo tutti noi cittadini di questo paese del cavolo.
In tutto ciò le FS colgono solo cinicamente l'occasione di sbarazzarsi di un tracciato che, a queste condizioni, non gli rende. Ma non son le FS a stabilire le condizioni, è il "mondo" che le circonda.
Se i servizi di trasporto pubblico fossero considerati ancora un servizio e come tali trattati dalla politica e dai finanziamenti la linea sarebbe ancora lì, e ci sarebbe anche se in campania la regione non continuasse a togliere soldi alle ferrovie così come ci sarebbe se il sindaco i Castellammare (oltre che i bambini davanti alla stazione) avesse un pò più di cervello.
Ma ti prego non diamo solo colpe alla AV: se nasce un fratellino in famiglia ed i genitori smettono di interessarsi al bambino più grande la colpa non è del nuovo nato, ma dei genitori!! Allo stesso modo il disinteresse per le linee regionali non è causa della AV ma semplicemente del fatto che la dirigenza si disinteressa a ciò che non rende... o meglio che non essendo finanziato non suscita loro interesse.
Vuoi sapere personalmente come la penso? Sono stanco che siano sempre e solo i soldi a far il mondo. Sarebbe bello se come anni fa le ferrovie potessero infischiarsene dei soldi per svolgere un servizio che, se non efficace, era per lo meno capillare e per tutti. Ma sinceramente, oggi, con le regole attuali, possono farlo? No.
avatar
Giovanni Carboni

Numero di messaggi : 217
Data d'iscrizione : 06.03.09
Località : FANO

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ULTIMO VIAGGIO PER IL TRENO CASTELLAMMARE – TORRE ANNUNZIATA

Messaggio  tenius il Dom 16 Set 2012, 12:18

Oramai stanno chiudendo tutto a parte quei maledetti treni AV!
09/09/2012
http://www.positanonews.it/articoli/82723/ultimo_viaggio_per_il_treno_castellammare_ndash_torre_annunziata.html
ULTIMO VIAGGIO PER IL TRENO CASTELLAMMARE – TORRE ANNUNZIATA

Ieri Sabato 8 settembre 2012, alle ore 19.45,è partito l’ultimo viaggio di andata e ritorno del treno delle Ferrovie dello Stato lungo la tratta “Castellammare di Stabia – Torre Annunziata”. Sembra di assistere a un funerale triste. La scena è surreale, somiglia alle esequie di un povero sventurato che nel suo ultimo, estremo, tragitto non ha nemmeno il conforto di essere accompagnato dal dispiacere di quanti l’hanno conosciuto e apprezzato in vita, e solo si avvia verso l’oblio. Eppure questo disgraziato d’acciaio ha dato tanto a tante persone e un minimo di riconoscenza sarebbe stata gradita. I tempi, purtroppo, sono quelli che sono e di certo, i ragazzi che questa sera affollano indifferenti la piazza antistante la stazione, sfidandosi a una rumorosa partita di calcio balilla, non sono gli stessi che nello stesso luogo, qualche anno prima, hanno atteso trepidanti che un treno gli portasse di che vivere, oppure li accompagnasse a cercar fortuna lontano dall’amata terra natia. Per portare lavoro, sviluppo e modernità, in un territorio che non era ancora il Sud dell’Italia, ma l’apice del Regno delle Due Sicilie, nel 1842 fu inaugurata la tratta ferroviaria Torre Annunziata – Castellammare. Il treno partiva da Napoli carico di passeggeri e materie prime per rifornire le laboriose industrie della città delle acque. Prosperava Castellammare con le sue Terme, i Bagni, la Reggia e quel Cantiere navale vanto di un intero popolo, e tutto grazie a poco più di sei chilometri di binari. Pochi metri da percorrere in pochi minuti, che in 170 anni hanno visto passare la storia nazionale e locale, certe volte accelerando altre rallentando, sempre in movimento, senza mai fermarsi. Un susseguirsi di vicende umane fatte di sogni e di speranze che pian piano con gli anni sono mutati in cupidigia e ignoranza. Proprio l’avidità di uomini grigi, assillati dal tempo e dal denaro, gente chiusa in scatole di latta che non sa nemmeno godersi pochi minuti d’attesa, attimi per una pausa giustificata, ad un passaggio a livello, ha decretato la fine di un’idea che meritava solo di essere rivalutata. Non ci resta che augurarti un buon viaggio amico treno, in pochi ti hanno onorato questa sera, ma da domani, stanne certo, tutti si accorgeranno che senza di te questa città è ancora più triste, sola e isolata.

UN MIO COLLEGA FERROVIERE AUTOCTONO
avatar
tenius

Numero di messaggi : 91
Data d'iscrizione : 07.03.09

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: ULTIMO VIAGGIO PER IL TRENO CASTELLAMMARE – TORRE ANNUNZIATA

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum